L'Istituto di Studi Etruschi ed Italici

L'Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici ha lo scopo di promuovere, intensificare e coordinare le ricerche e gli studi sulla civiltà degli Etruschi e degli altri popoli dell’Italia antica.
Dal 1927, compito primario dell'Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici è stata la realizzazione della Rivista annuale Studi Etruschi, con l’edizione periodica degli indici relativi.

Biblioteca

La biblioteca dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici, altamente specializzata, è annessa a quella del Museo Archeologico di Firenze e rappresenta un punto di riferimento importante per quanti si occupano di Etruscologia e di Antichità Italiche.

E’ aperta al pubblico (studiosi e studenti con lettera di presentazione) dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 15, ed è luogo di incontro di studiosi di diversa provenienza. I libri vengono catalogati secondo le indicazioni dell’ICCU, con un catalogo cartaceo ed informatizzato, e protetti con le etichette magnetiche anti-saccheggio.

Attualmente il patrimonio librario ammonta a circa 17.300 volumi, ma continua ad arricchirsi soprattutto attraverso gli scambi attivati con oltre cento Istituti culturali e Università, italiani e stranieri, e con i doni librari che i singoli Autori fanno gentilmente pervenire all’Istituto.

Ottanta sono i cambi continuativi di Periodici e Riviste con gli “Studi Etruschi” e venti con il “Notiziario di Studi Etruschi”. Il catalogo e’ accessibile in internet tramite ArchiBiblioNetWeb (fino al 2016). A partire dal 2017 è stata avviata la catalogazione nell’indice SBN (Sistema Bibliotecario Nazionale) attraverso il Polo della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze: www.bncf.firenze.sbn.it

 

 

 

 

La biblioteca è in Via della Pergola 65, 50121 Firenze.